I gradi di tostatura del caffè

Scritto da: Francesco Mina In: Lo sapevi che ? Su: lunedì, aprile 4, 2016 Commento: 0 Visite: 1989

Preferisci il caffè tostato chiaro o scuro? Ecco una guida che illustra i diversi gradi di tostatura del caffè.

Il grado di tostatura del caffè è uno dei fattori più importanti che determinano il gusto di questa bevanda. Il processo di torrefazione trasforma i chicchi verdi di caffè, rendendoli aromatici e croccanti.

Tuttavia, ci sono altri fattori che determinano il gusto del caffè. Due piante di caffè, coltivate in ambienti diversi, producono chicchi che hanno un sapore differente, anche se vengono sottoposti allo stesso processo di tostatura. Anche la macinatura e il metodo di fermentazione influiscono sul gusto del caffè. Comunque, il grado di tostatura fornisce una linea guida su come scegliere il tipo di caffè che fa al caso nostro.

Il modo più comune per descrivere i gradi di tostatura del caffè è quello di utilizzare il colore dei chicchi tostati, che vanno da un marrone chiaro ad un marrone molto scuro. Durante la torrefazione, i chicchi di caffè assorbono grandi quantità di calore, facendo apparire in superficie degli oli che influiscono sul colore che assumeranno i chicchi.

In generale, è possibile catalogare i gradi di tostatura del caffè, analizzando il colore dei chicchi, nel modo seguente:

  • tostatura chiara: i chicchi sono marrone chiaro e sulla superficie non è presente nessun olio. Essi hanno un sapore simile a quello del grano tostato e l'acidità è molto pronunciata. Rispetto alla tostatura scura, questi chicchi contengono molta più caffeina. La loro torrefazione avviene ad una temperatura di 180-205 °C. Quando si raggiungono 205 °C, i chicchi subiscono una rottura e aumentano di volume. Questa fase è nota come “primo crack”.

  • tostatura media: i chicchi hanno una tonalità di marrone media e sono un po' più grandi. Anch'essi non presentano nessun olio sulla superficie. Tuttavia, c'è un bilanciamento maggiore tra sapore, aroma e acidità. Inoltre, la quantità di caffeina è minore. Chicchi del genere vengono tostati a temperature che vanno da 210 °C a 220 °C, cioè tra la fine del “primo crack” e appena prima dell'inizio del “secondo crack”.

  • tostatura scura: il colore dei chicchi è marrone scuro, come quello del cioccolato o quasi nero. I chicchi presentano uno strato di olio sulla superficie. Il caffè prodotto ha un sapore amaro e la caffeina è molto poca. La tostatura avviene a 240 °C e in alcuni casi può superare anche 250 °C.

Commenti

Lascia il tuo commento

Contattaci:

+39 0119723177

Newsletter