Il cervello...

IL CAFFÈ UN TOCCASANA SOPRATTUTTO PER IL CERVELLO

Il grande numero di prove attualmente disponibili ha portato ad una riconsiderazione del caffè, bere caffè non è cancerogeno e nuovi studi scientifici confermano che il caffè apporta numerosi benefici alla salute e soprattutto al cervello. Per trarne tutti i benefici senza controindicazioni bisogna bere caffè senza esagerare da 3 a 5 tazzine al giorno come indicato anche dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA). Secondo un articolo pubblicato sul Journal of Alzheimer Disease, il caffè previene il deterioramento cognitivo causato dallo stress e dall'età. Bere caffè regolarmente aiuta a rallentare il declino cognitivo dovuto all’età e riduce il rischio di ammalarsi di malattie neurodegenerative quali Alzheimer e il Parkinson. Si può dire che la caffeina agisca come protettore delle sinapsi del cervello evitando il loro deterioramento e la comparsa delle placche mieliniche che favoriscono il manifestarsi dell’Alzheimer. Il caffè sembra incredibile ma è utile berlo quando si è stressati o nervosi e a constatarlo è uno studio pubblicato sulla rivista inglese di psicologia “Journal of Applied Social Psychology” l’assunzione moderata di caffè (non più di 2 tazze al giorno) fa bene nelle situazioni stressanti, ma solo alle donne. Questa ricerca afferma che nelle donne il caffè alza il livello di dopamina rendendole più efficienti nel lavoro e più concentrate sugli obiettivi. Secondo la rivista Neurology, i pazienti affetti da Parkinson hanno una minore sonnolenza dopo aver preso una tazza di caffè, diventano più socievoli, attivi e migliorano perfino le loro capacità motorie con un consumo di caffè regolare. In conclusione, il nostro cervello ama il caffè, non solo perché viene stimolato, ma anche perché migliora i processi neuronali e biochimici fondamentali. Pertanto, il consumo regolare di due tazzine di caffè al giorno migliora la salute del cervello, del fegato e previene o ritarda la comparsa di numerose malattie, aiuta la memoria e la concentrazione migliorando le performance fisiche poiché aiuta a mantenere alta l’energia fisica. Inoltre la caffeina combatte l'invecchiamento celebrale stimolando l'insulina e prevenendo la demenza. L'Institute for Scientific Information on Coffee (ISIC) ha pubblicato i risultati scientifici in un report dove si conferma l’efficacia del consumo regolare di caffè nel diminuire di un quarto la possibilità di ammalarsi di diabete di tipo 2 ed alcune malattie del fegato come cirrosi, epatite e steatosi.  Da alcuni studi è risultato che grazie alla presenza di polifenoli, sostanze antiossidanti ha proprietà protettive nei confronti della retina. Grazie all’alta concentrazione di polifenoli in esso contenuti aiuta a prevenire il cancro al colon, fegato, cavo orale ed endometrio ed è utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Commenti

Lascia il tuo commento

Contattaci:

+39 0119723177

Newsletter